Perle & co: alcune curiosità che forse non conoscete!

line
Da sempre sinonimo di femminilità ed eleganza, le perle raccontano storie affascinanti di culture e storie lontane. Secondo un’antica tradizione giapponese le perle erano “gocce di luna cadute nel mare per adornare la bellezza femminile”.



Ecco alcune curiosità!

▪ Una perla è una struttura sferica costituita da carbonato di calcio in forma cristallina (aragonite) deposto in strati concentrici, prodotta dai tessuti viventi – in particolare dal mantello dei molluschi (tipicamente le ostriche). Il termine “perla” deriva dal latino “pernula”, il nome con cui si indicava la conchiglia che la contiene, e la cui forma ricorda la “coscia del maiale”.

▪ Ci sono due categorie di perle: le perle di acqua dolce e le perle di acqua salata. Come dice la parola stessa, le perle d’acqua dolce vengono coltivate nei laghi e nei fiumi, mentre le altre provengono dall’oceano e molto spesso dalle lagune. Le tre categorie di perle d’acqua salata sono le Akoya, le perle Tahiti e le costosissime e rare perle South Sea.

▪ Il colore più comune nelle perle è il bianco, ma si possono trovare anche perle rosa, color crema, viola scuro, grigie e nere. Quando si parla di perle nere, oltre alla Akoya e a quelle di fiume, si pensa subito alle costosissime perle di Tahiti, molto pregiate e particolarmente belle.
Una curiosità particolare è che, a differenza delle altre, le ostriche che creano le perle nere sono molto più delicate e in ogni coltivazione ne muoiono tantissime. Questo è un altro fattore che le rende così costose e rare.

▪ La regina Vittoria del Regno Unito amava molto le perle e non rinunciava mai ad indossarle. Dalla morte del marito, il principe Alberto, ha indossato sempre abiti neri e commissionato gioielli adornati di perle nere da poter indossare.

▪ Fino a qualche tempo fa la perla più antica conosciuta risaliva a circa 5500 anni fa, trovata in Giappone e chiamata Jomon. Recentemente invece, nell’Emirato di Umm al Quwain, è stata scoperta una perla molto più antica, di epoca risalente tra il 5547 e il 5235 a.C..

▪ La perla naturale più perfetta? È l’Abernathy, di acqua dolce e dal peso di 2,2 g.
Trovata nel fiume Tay in Scozia, prende il suo nome dal pescatore di perle che l’ha scoperta nel 1967: William Abernathy.
Questa perla è perfettamente sferica (con un diametro di circa 12,5 mm), bianca e con una leggera sfumatura rosa.
Ciò che la rende così stupenda è anche la lucentezza e la totale assenza di imperfezioni.