Vetrine d'artista: Re Pomex di Massimiliano Donnari ospitato nelle vetrine di Biagini 1863

line
Massimiliano Donnari, in arte MaMo, è un artista perugino poliedrico e ironico.
Realizza i suoi quadri usando i materiali più disparati, riuscendo a mettere su tela i personaggi così come sono nella sua fantasia, senza limiti o censure.

Di giorno è un imprenditore che da oltre vent'anni segue l'azienda di famiglia, che si occupa di importazione e commercializzazione di macchinari, mentre di notte, quando tutti dormono, nel silenzio del suo studio-atelier, realizza incredibili opere materiche.

Un quadro materico è un'opera in cui la pittura su tela è arricchita dalla presenza di altri materiali, come sabbia, ghiaia, pomice in polvere o pietre.
Nel caso di MaMo si tratta di smalti, olii, colori a cera, gessetti, carboncini, vernici acriliche: tutto quello che l'artista ritiene possa essergli utile, in un lavoro di continua evoluzione in cui l’unica certezza, scaramantica, è la firma della tela o della tavola.
Totalmente autodidatta, Massimiliano Donnari ha imparato solo sperimentando materiali, tecniche e forme, passando dalla tela alle tavole di legno,dalle cartelline da ufficio Buffetti ai biglietti di Umbria jazz, da una vecchia camicia ad una dismessa trottola di legno del figlio.

Se le opere di Massimiliano Donnari sono quasi sempre frutto di un'intuizione, di un'occasione, dell'idea del momento, poi però la realizzazione è il risultato di ore e giorni di studio, prove e applicazioni che portano a quadri in cui nulla è improvvisato, in cui ogni particolare si trova dove esattamente dovrebbe essere, con ragione, sentimento e curiosità.

MaMo ha esposto in alcuni negozi del centro storico di Perugia in occasione di Umbria jazz, alla Rocca Paolina con gli apprezzamenti di Vittorio Sgarbi, con una personale alla galleria Artemisia, fino a riscuotere consensi in città come Milano, Firenze e Venezia.

Ora anche Biagini 1863 accoglie una delle opere di questo eclettico artista, da sempre innamorato della città in cui è nato e vive: Perugia.



L'opera si chiama "Re Pomex": un titolo che unisce due dei più famosi e prestigiosi brand del negozio, Pomellato e Rolex.

Una crasi nel nome e nell'opera che, da un lato, richiama l'incantevole ciondolo a forma di Re  della Maison milanese e, dall'altro, l'iconica corona a punte, simbolo storico della celeberrima azienda di orologi di lusso.